La bellezza tattile: impariamola dai bambini

apparecchiare tavola con bambini
Scriveva Maria Montessori: “La bellezza non è fatta col superfluo o con il lusso, ma con la grazia e l’armonia delle linee e dei colori.”  E siccome il senso della bellezza, nell’infanzia, riguarda fortemente il tatto, oltre che la vista, la bellezza è un piacere che da bambini si prova con le mani e non soltanto con gli occhi. Tanto per fare un esempio, la stessa fantasia è molto più bella se è stampata su una tovaglia di cotone anziché di plastica. 

È vero, la tovaglia di cotone si sporca e va lavata, il bicchiere di vetro può rompersi, la tazza di ceramica prima o poi si sbeccherà, ma come insegna Maria Montessori, è proprio con i materiali belli e delicati che si impara a dosare la forza, a calibrare i gesti, a diventare precisi, a prendersi cura delle cose, ad apprezzare l’ordine.

Oggi, forse, la Montessori aggiungerebbe che è proprio recuperando il senso della bellezza tattile che possiamo fare un gesto di amore per il pianeta, invaso dai materiali sintetici inquinanti anche perché abbiamo ormai l’abitudine di acquistare prodotti e indumenti appagando lo sguardo ma non il tatto.

 

Hazel Sets the Table from Montessori Guide on Vimeo.

Io di plastica non ne posso più. Ho messo via le tovagliette, ho aperto l’armadio e ho tirato fuori le tovaglie che non usavo da tempo.

Si sporcheranno? Fa niente, imparerò a lavarle meglio e se non sarò capace chiederò consiglio. Sono sicura che alla vicina di casa farà piacere insegnarci i suoi segreti.

 

A cura di Federica Buglioni


"La cucina non è solo un gioco o un passatempo: è una cosa seria, un'attività di grande valore educativo e affettivo, alla portata di ogni famiglia, che fa bene sia ai bambini sia a noi genitori"

Tutti i lunedì potrete leggere nuovi consigli e nuove  ricette. Non solo, Federica risponderà alle vostre domande, quindi mi raccomando, carta, penna e... pentole

Newsletter

 

Iscriviti alla newsletter

di Milanoperibambini.it