Visitare la Galleria d’Arte Moderna con i bambini e picnic finale

GAM milano

Alla Galleria d’Arte Moderna di Milano s’incontrano tanti bambini. No, non parlo dei piccoli visitatori al seguito dei genitori. Parlo dei meravigliosi bambini di ieri raffigurati nei quadri e nelle sculture di scapigliati, macchiaioli, divisionisti e altri esploratori di nuovi linguaggi artistici; bambini che attraverso gesti, abiti, oggetti, attività o semplici sguardi permettono ai bimbi di oggi di osservare le infanzie lontane e inventarne le storie, nutrendosi d’arte e costruendo magici ponti col passato.

Il gioco comincia come una caccia al tesoro. Girovaghiamo per le sale, cerchiamo le opere suggerite qui sotto, osserviamole e lasciamo che i bambini inventino storie. Se la lampadina della fantasia non si accende subito, basta qualche domanda.

 

1.  Un girotondo all’aperto (Giuseppe Pellizza da Volpedo, Girotondo).


Che ora del giorno è, mattina o pomeriggio? Dove si trovano i bambini, in un giardino o in campagna? Cosa succederà alla fine del girotondo?

 

2. Un birichino che ride (Medardo Rosso, Birichino)


Ha combinato un guaio o ha in mente di combinarlo? Lo scopriranno o riuscirà a farla franca? Dove correrà a nascondersi?

 

3.  Due cuccioli con mamme… molto diverse (Giovanni Segantini, Le due madri)


Come si chiamano questi due cuccioli? Sono diversi eppure entrambi mangiano…? Cresceranno vicini? Come faranno a giocare insieme?


4. Due chierichetti con le oche (Mosé Bianchi, Il ritorno dalla sagra)

Perché sono vestiti così? Sono da soli o c’è qualcun altro con loro? Chi corre più veloce, l’oca o il bambino?


5.  Una bambina in posa con i fiori (Francesco Hayez, Ritratto della contessina Antonietta Negroni Prati Morosini)


La bimba indossa quell’abito per una festa o si veste sempre così? Perché fa quella faccia? Cosa sta pensando?

 

6. Tre bambini con il loro amico cane (Daniele Ranzoni, I figli dei principi Troubetzkoy)


Come si chiama il cane? Fa parte della famiglia o l’hanno appena trovato? Dorme con i bambini o ha una cuccia in giardino?


7. Una bambina che impara a leggere seduta al tavolo (Plinio Nomellini, Prime letture)


Quanti anni ha questa bambina? Va a scuola o è in vacanza? Chi le sta insegnando a leggere, la mamma o la maestra? E’ contenta di studiare o vorrebbe volare via come l’uccellino nella gabbia a sinistra?

 

Se non ci siamo organizzati per un picnic nel parco a fine visita, prima di andare a correre, possiamo comprare un dolcetto siciliano da Freni, in corso Venezia.

 

foto credit ©MarcoSbaffoni

Dettagli prodotto

  • Copertina rigida
  • Pagine: 256
  • Dimensioni: 23 x 17 x 3 cm
  • Data di uscita: 
  • EAN: 9788852224379
- See more at: http://www.giuntialpunto.it/product/8852224378/libri-manuale-di-nonna-papera#sthash.ddBhrVUP.dpuf


"La cucina non è solo un gioco o un passatempo: è una cosa seria, un'attività di grande valore educativo e affettivo, alla portata di ogni famiglia, che fa bene sia ai bambini sia a noi genitori"

Tutti i lunedì potrete leggere nuovi consigli e nuove  ricette. Non solo, Federica risponderà alle vostre domande, quindi mi raccomando, carta, penna e... pentole

Newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI