La musica della pelle: l’importanza del tatto nella prima infanzia

neonato

La relazione tra madre e bambino comincia a tessersi ben prima del suo concepimento e ancora prima della nascita di quest’ultimo. Non è raro infatti che la mamma, così come il papà, accarezzino la pancia durante la gravidanza, cercando il contatto col piccolo attraverso la pelle, arricchendosi di sensazioni uniche che sono sin da subito molto importanti per la costruzione della relazione.

Oltre al tatto, anche la vista e l’udito della neo-mamma si acuiscono con maggiore rapidità dopo la nascita del figlio ed è proprio grazie al contatto pelle–a–pelle che il piccolo riesce a trovare tranquillità ed accoglienza nell’abbraccio materno, che rappresenta  fonte di calore, contenimento e sicurezza. La relazione acquista senso sin da subito sia per la mamma che per il bambino: non servono le parole, bastano il contatto tre i due e gli sguardi reciproci colmi di stupore, curiosità e affetto.

I sensi sono i protagonisti della relazione specialmente durante l’allattamento, momento in cui i due corpi si incontrano in un’esperienza peculiare, nella quale si intrecciano nutrimento ed amore, due dimensioni che si accompagneranno sempre l’una all’altra nel corso della vita.

Il corpo della madre per il neonato è un punto di riferimento, egli cercherà infatti il suo calore, la sua pelle ed il suo seno. Attraverso un abbraccio intimo, la madre ha la capacità di costruire pian piano una relazione di cura: tenendo stretto a sé il proprio figlio ed esercitando la sua naturale capacità di holding, funzione di contenimento di primaria importanza nello sviluppo del bambino introdotto dal pediatra inglese Donald Winnicott.  

Il tatto è quindi un senso fondamentale nella relazione tra mamma e bambino, permetterà ad entrambi di conoscersi reciprocamente ed è proprio attraverso questo primo legame che il piccolo potrà sentirsi amato, sostenuto, desiderato ed accettato dai propri genitori con i quali instaurerà una relazione unica proprio a partire da questi primi scambi fatti di sorrisi, carezze ed abbracci.

 

Articolo a cura di:

Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus

Via Amedeo d'Aosta 6 - Milano

info@pollicinoonlus.it

www.pollicinoonlus.it

Numero Verde: 800.644.622

 

Newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI