L’Orto Botanico di Brera: poesia della natura

Vivere in città non può e non deve essere una scusa per allontanarsi dal mondo naturale. Siamo distratti da auto, traffico, rumori, luci…ma è proprio questo il punto: più ci lasciamo distrarre, meno la città sarà verde e vivibile. Dobbiamo invece imparare a creare un dialogo costante con la natura perché ormai è evidente che, senza questo linguaggio, i bambini crescono, sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico, con un vero e proprio deficit.
 
A Milano sono nate, negli ultimi anni, molte iniziative, private e pubbliche, per migliorare la situazione del verde urbano. E’ il caso del restauro dei 5 mila metri dell’Orto Botanico di Brera, situato in pieno centro città fra Accademia di Brera e via Fiori Oscuri, uno spazio che è qualcosa di più che un semplice orto botanico. E’ un giardino storico, un museo a cielo aperto dove si intersecano aspetti naturalistici, botanici, estetici con quelli storici.

Dal sito dell’Università di Milano  “L’Orto Botanico nell’attuale configurazione, fu istituito nel 1774 quando Maria Teresa d’Austria stabilì che l’ex giardino dei Gesuiti diventasse un’istituzione con finalità didattico-scientifiche per gli studenti di medicina e farmacia. In quel periodo venne privilegiata la coltivazione di piante officinali anche per il parziale rifornimento della Spezieria di Brera, destinata al servizio pubblico della città. Oggi l’Orto Botanico è un giardino storico e conserva molte testimonianze del passato: sono del ’700 le due vasche ellittiche, mentre sono dell‘'800 la serra oggi in uso all’Accademia di Belle Arti, la piccola Specola (dove era inserito uno strumento dei passaggi del 1870) così come le strutture dell’aula didattica e le aiuole che compongono il giardino.”

In questo giardino nel 2001, al termine di un restauro che lo ha riportato al disegno originario, è stata istituita la Sezione Didattica dell’Orto grazie a una convenzione tra Comune di Milano e Università degli Studi ed è iniziato un progetto dedicato al mondo della scuola che si è via via arricchito con diverse proposte didattiche.

L’Orto Botanico è un luogo ideale per bambini e ragazzi, che qui possono scoprire attraverso stimoli percettivi diversi la meraviglia e la poesia della natura. 
I percorsi didattici privilegiano un approccio diretto, coinvolgente, emotivo e forniscono con un linguaggio rigoroso la giusta chiave di lettura dell’ambiente naturale.

Diversi, e tutti davvero emozionanti, i percorsi didattici proposti alle scuole dell’infanzia, alle primarie e alle scuole medie milanesi, che possono fino alla fine dell’anno scolastico prenotare una visita chiamando lo 02 50314683 / 335 6474184
ortobotanicodibrera@unimi.it


L’Orto Botanico è aperto tutti i giorni Lun-sab non festivi, dalle 10:00 alle 18:00 (dal 1 aprile al 31 ottobre)
Lun-sab non festivi, dalle 9:30 alle 16:30 (dal 1 novembre al 31 marzo) e possiamo visitarlo liberamente per incontrare piante secolari, come i due gingko biloba tra i più antichi d’Europa o il tiglio alto 40 metri, collezioni di piante officinali o di bulbose, che in questo periodo primaverile sono al loro massimo splendore. 


Oppure prenotare una visita nelle giornate delle iniziative speciali: temi e calendario sono consultabili dalla home del sito dell'Orto Botanico di Brera.

Attenzione: da fine aprile 2018 sarà accessibile solo l’ingresso di Via privata F.lli Gabba 10, causa cantiere di riqualificazione e associata chiusura dell’ingresso da Via Brera 28.

 

La natura è una risorsa preziosa e indispensabile per l'equilibrio psicofisico di tutti e soprattutto dei bambini “moderni”, come ben spiega Richard Louv nei suoi libri. L'obiettivo della Yurta nel Bosco è quello di riavvicinare i bambini e le loro famiglie al contatto con la natura, all'esperienza reale, emozionale, creativa e fisica con il mondo. Tutto ciò è possibile. Anche a Milano!

Più verde non si può!

Francesca Lanocita


 

Newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI