Il neonato è connesso

Si chiama clamp ombelicale e tra breve sarà sperimentato alla clinica Mangiagalli Milano, l'evoluzione del terzo millennio del braccialetto per neonati, ideato dal primario neonatologo della clinica milanese, il professor Fabio Mosca. Il chip elettronico sarà posizionato sulla molletta che serve a "chiudere" la medicazione del cordone ombelicale e, collegato ad una centralina, permetterà di identificare precisamente in ogni momento i piccoli, capire in che punto dell'ospedale si trovano e farà scattare un segnale d'allarme, qualora un piccolo fosse portato via dall'ospedale senza
l'autorizzazione della madre. Una volta superata la fase di sperimentazione, il meccanismo sarà introdotto anche all'ospedale Buzzi.

Newsletter

 

Ultimi post, cosa fare a Milano
nel weekend e altro ancora.
Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

 

ISCRIVITI