Quartiere educante: progetti per un nuovo modello di scuola


Davanti a trecento persone fra genitori, educatori docenti, sabato 9 settembre 2017 a Base Milano Paolo Mottana, docente ordinario di Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca, pone una questione:

“Si può immaginare un quartiere, un paese, una città, dove bambini e ragazzi tornino ad essere parte del tessuto sociale senza essere dei “reclusi” solo nelle aule scolastiche? E’ possibile che un territorio mostri la propria responsabilità sociale perché i ragazzi possano fare esperienze significative?”.

E non si sta parlando di anarchia, ma di una rivoluzione educativa. Bambini e ragazzi che partecipano, insieme agli adulti, alle attività del quartiere, generando nuove forme di rapporti educativi: un orto curato con i nonni, conoscere e capire il lavoro degli artigiani di zona, dipingere murales sui luoghi abbandonati e deteriorati, portare la spesa a qualcuno malato, andare a visitare una mostra, imparare la cucina tradizionale o quella dei compagni stranieri con l’aiuto delle mamme…

In una società che tende ad escludere bambini e ragazzi dalla vita quotidiana, la proposta del professore è dirompente.

“Una scuola dove si apprende attraverso l’esperienza. Una scuola strettamente connessa alla vita del territorio, in cui il mondo dei grandi si integra e si contamina con quello dei ragazzi (…). Dove i ragazzi sono co-progettatori del proprio percorso di studi”.

Continua Mottana: “Bambini e bambine, ragazzi e ragazze meritano di meglio, di più e soprattutto qualcosa che venga veramente incontro a ciò che essi sono (…) occorre riconoscere il loro essere soggetti a pieno titolo, esseri pieni, ricchi, consistenti che hanno il diritto di esprimersi, di chiedere, di cercare (…) i loro percorsi, le loro strade, le loro possibilità aderendo ai loro desideri, ai loro interessi”. Guidati da educatori adulti che, cogliendo la loro unicità e lo sguardo vivo sul reale, sappiano mostrare e orientare ad una conoscenza che metta in rapporto vero con la vita, con le discipline più ampiamente intese, creando una passione “come quando, un tempo, forse più di oggi, le vere aule erano il campo, il ruscello, il cortile, la strada, la piazzetta, e i nostri mèntori erano tanti altri maestri oltre a quello ufficiale. (…) L’edificio scolastico può diventare la porta di accesso a tanti e diversi luoghi dove apprendere”.

Un gruppo di genitori e docenti della zona 6 di Milano (nonché altri gruppi in fase di formazione in zona 8, a Monza e Vimercate) hanno preso sul serio questa ipotesi, e stanno portando avanti un progetto per la creazione, già a partire dal 2018/19, di classi così concepite nelle scuole statali che hanno accettato di far parte della sperimentazione.

Si stanno formando i gruppi di lavoro, prendendo i contatti con gli enti preposti (dal Comune al Ministero della Pubblica Istruzione). Per chi volesse partecipare o saperne di più ecco i riferimenti:


www.quartiereeducante.com
P. Mottana e G. Campagnoli “La città educante. Manifesto della educazione diffusa. Come oltrepassare la scuola”, Asterior, 2017

 

di Monica Dazzi

Il Codacons contro il caro-libri

"LIBRI GRATIS" è il sito attraverso il quale studenti e cittadini possono scambiare o regalare libri di testo usati. Chiunque in tutta Italia possieda un testo scolastico e sia intenzionato a regalarlo o a scambiarlo con un altro libro, può accedere gratuitamente a questo servizio specificando il testo che si intende cedere (titolo, autore, edizione, ecc.), eventuali libri ricercati per scambio, e lasciando i propri riferimenti.

Leggi tutto

Aumentano le rette di Milano Ristorazione

{mosimages}Il consiglio Comunale non ha ancora approvato il provvedimento ma c’è intenzione di aumentare le rette di Milano Ristorazione eliminando ogni spesa per i redditi più bassi e crescendo bruscamente le quote per i redditi più alti. In pratica, secondo lo schema presentato da Milano Ristorazione, quanti hanno un reddito annuo fino ai 6mila euro non pagheranno nulla.

Leggi tutto

Acquanch'io

A scuola ma anche in piscina: questo prevede il progetto Acquanch'o, promosso dall’Assessorato allo Sport e Tempo libero in collaborazione con Milanosport. L'iniziativa è destinata ai bambini delle elementari e si propone di favorire l’acquisizione di abilità natatorie puntando sull’aspetto ludico-ricreativo.

Leggi tutto

Giocattoli per bambini "speciali"

In vendita giochi pensati per chi ha difetti nella vista, nel movimento e nell'apprendimento della scrittura. I pupazzi in tela e stoffa sono in bianco e nero o hanno bicromie contrastanti perché i loro tratti possano essere colti meglio anche dai nati prematuri, che spesso hanno carenze nella vista. Allo stesso modo, sonagli o tamburelli dai suoni acuti riescono a fare divertire i bimbi con udito limitato. Esistono anche delle tavolette di prescrittura, che guidando la mano lungo la sagoma di una lettera dell'alfabeto abituano al grafismo e a superare gli ostacoli nell'apprendimento della scrittura.

Arca di Noè, via Piero della Francesca, 42

Aiutare i bambini, progetto scuole

  Per il secondo anno consecutivo, con il “Progetto Scuole” la fondazione milanese Aiutare i bambini propone alle scuole elementari e medie di tutto il territorio italiano nuovi strumenti per sensibilizzare bambini e ragazzi sui temi della cooperazione, per dare loro un’idea di come vivono i loro coetanei nei paesi più poveri e di quanto sia importante la solidarietà nei loro confronti per lo sviluppo di un mondo migliore.  

Leggi tutto

Aperte le iscrizioni ai nidi d'Infanzia

Possono iscriversi i bambini residenti a Milano, nati tra il 1° gennaio 2007 e il 31 maggio 2009. «Sarà possibile iscrivere anche bambini non ancora nati – spiega l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali Mariolina Moioli – purché la data presunta del parto sia fissata entro il 31 maggio 2009».

Leggi tutto

Aperto un nuovo nido aziendale in città

{mosimages}E' nato il terzo asilo nido pensato per accogliere i bambini dei dipendenti Atm ma anche per i bambini della zona Precotto, con 15 posti riservati. Le attrezzature e gli arredi sono stati realizzati in collaborazione con il WWF, mentre la programmazione educativa è pensata in sintonia con quella degli altri nidi comunali milanesi. Comune di Milano 

Il calendario scolastico

Per gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori l'anno scolastico inizierà lunedì 8 settembre 2008 e si concluderà sabato 16 giugno 2009. Le scuole d'infanzia apriranno lunedì 8 settembre e rimarranno aperte fino a martedì 30 giugno .  Vacanze natalizie:  da lunedì 22 dicembre 2008 a martedì 6 gennaio 2009; vacanze pasquali: dal 9 al 14 aprile 2009. 

Leggi tutto

Borse di studio per studenti meritevoli

Dal 1 al 3O settembre sarà possibile richiedere la Dote di merito per studenti meritevoli in condizioni di disagio, relativa all'anno scolastico 2007/2008.Per ottenerla è necessario essere residenti nel Comune di Milano avere figli che frequentano le scuole statali a gestione ordinaria primarie, secondarie di primo e secondo grado ubicate nel territorio regionale, o coloro che hanno un figlio alla scuola paritaria o legalmente riconosciuta di pari grado e uno alla scuola statale. Occorre avere l'isee nei limiti prefissati, (vedi www.comune.milano.it/ho bisogno di) e fissare un appuntamento all'infoline 020202 del comune di Milano.

  • 1
  • 2

Far conoscere tutto ciò che rende Milano una città più a misura di bambino è la mission del nostro sito: pensato per i genitori che lavorano e fanno acrobazie per conciliare tutto, milanoperibambini.it ha lo scopo di raccogliere informazioni su tutto ciò che succede nel pianeta dell’infanzia a Milano.

Troverete indicazioni sulle attività da svolgere nel tempo libero con i bambini, notizie su corsi sportivi, corsi di lingue, corsi di teatro. Troverete indicazioni su come organizzare una festa di compleanno, a casa, al parco o in una delle numerose ludoteche di Milano. E ancora vi segnaleremo i migliori ristoranti family friendly, i musei a misura di bambino, i migliori spettacoli teatrali.  Alcune sezioni sono interamente dedicate alle donne in gravidanza e alle neomammme. Troverete anche un'agenda sempre aggiornata che vi segnalerà giorno per giorno cosa fare con i bambini nel weekend (laboratori creativi, spettacoli teatrali, appuntamenti al museo e tanto altro ancora).

Newsletter




 
  
Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)